Dr. Vittore Costa Chirurgia protesica di anca e ginocchio
Dr. Vittore CostaChirurgia protesica di anca e ginocchio 

PERCHE’ IL RECUPERO DEVE ESSERE PRIVO DI DOLORE E ANSIA

A cura della Dottoressa Gabriella Marini

Fisioterapista, Tutor Area Ortopedica, Professore a contratto presso il Corso di Laurea in 

Fisioterapia dell’Università di Padova, Laurea Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie. Specialista in Ri-abilitazione Ortopedica Protesica.

Siamo figli di una cultura che troppo spesso ci ha presentato il dolore come un passaggio necessario verso il benessere. E’ necessario invece cambiare mentalità a questo riguardo e avere come priorità riabilitativa la riduzione o meglio l’assenza di dolore fisico. Esso infatti abbruttisce l’essere umano e lo rende a volte inutilmente preda di angosce e incubi.  Questo significa che tutto il personale paramedico deve essere preparato ad eseguire spostamenti, posture, uso di ausili con tecniche d’avanguardia; e che, eventualmente, l’anestesista potrà offrire il suo aiuto anche nella fase postoperatoria. Da parte sua il fisioterapista potrà rassicurare il paziente fin dalla fase pre-operatoria, per illustrare gli elementi qualificanti del processo di riabilitazione (tecniche drenanti per eventuale edema, regola concavo convessa; recupero della propriocezione tattile e cinestetica).

Il colloquio preoperatorio sarà così l’inizio di una relazione costruttiva, e avrà anche il risultato di attenuare dubbi, ansie, perplessità, facendo sentire il paziente soggetto attivo e responsabile, e non impotente di fronte al suo problema.

 

LE ASPETTATIVE CONDIVISE CONTANO?

 

Quando ho iniziato a praticare la fisioterapia pensavo che fare troppo partecipe il paziente fosse comportamento inefficace e fonte di ansie, dubbi, paure. Credevo insomma che il mio lavoro consistesse soprattutto nel “saper fare”. Ma una volta acquisita la sicurezza tecnica mi sono trovata a privilegiare sempre di più l’aspetto relazionale, affinando via via il mio “saper essere” e il mio “saper divenire”; e scoprendo con soddisfazione che in questo modo acceleravo il processo di guarigione e miglioravo la qualità delle mie prestazioni. Oggi non saprei rinunciare a questo aspetto del mio lavoro, che mi stimola a calibrare gesti e parole a seconda della sensibilità, della cultura, della psicologia e dell’età della persona che si affida alle mie cure.

 

Condividere un’aspettativa vuol dire fissare gli obiettivi insieme al soggetto, stabilire insieme a lui i tempi del recupero, fare in modo che ci creda, seguirlo in ogni progresso e sostenerlo nei momenti di difficoltà.

La pratica della condivisione ha modificato la mia personalità in modo positivo: infatti è richiesto un equilibrio che si deve conquistare  cammin facendo, una attenzione a piccoli gesti e rapide occhiate….un’esperienza che mi ha resa più abile e sicura senza che farmi perdere la consapevolezza del mio ruolo.

Dr. Vittore Costa

Chirurgia Protesica

Padova, Italia

Parigi, Francia

Milano, Italia

 

Telefono Italia:

+39 049 8042020

Telefono Francia:

+33 (0) 7 83 62 96 33

 

Telefono Italia:

+393518058461

 

Per prenotazioni anche con:

dottori.it

 

Skype:

vittorecosta

 

 

Email: 

vittorecosta@gmail.com

Sito italiano: 

www.vittorecosta.it

Sito francese: 

www.hanchegenou.com

chirurgieprothesedugenou.com

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Dr. Vittore Costa - Chirurgia Protesica per Anca e Ginocchio Padova, Milano e Parigi Clinique du Sport - Paris V